Monte Marana dopo l’incendio

Monte Marana dopo l’incendio

Camminata a

Marana

dopo l’incendio

L’11 aprile 2020 è scoppiato un incendio sul Monte Marana, a Crespadoro.

Noi della zona siamo stati col fiato sospeso finché il giorno dopo non sono riusciti a spegnere completamente le fiamme.

Mi sembra che abbia fatto meno danni del grave incendio che bruciò tutto, il 6 gennaio 1990.

E’ comunque un dolore vedere le piante bruciate completamente, quelle bruciate a metà che non si sa se ce la faranno, lo sterminio di “corgnoi”.

incendio cima marana
incendio cima marana
incendio cima marana
incendio cima marana

L’incendio è scoppiato proprio nel pieno dell’emergenza coronavirus, quando non ci si poteva spostare.

Dal 4 maggio è possibile svolgere attività motoria all’interno della regione, anche fuori dal proprio comune, e pochi giorni dopo sono andata a vedere com’è il monte. 

cima marana dopo l'incendio
cima marana dopo l'incendio
cima marana dopo l'incendio
cima marana dopo l'incendio
cima marana dopo l'incendio

Sembrava quasi autunno per il colore arancione degli alberi.

Ma no, non è l’autunno.

cima marana dopo l'incendio
cima marana dopo l'incendio
cima marana dopo l'incendio
cima marana dopo l'incendio

Quello che mi rattrista di più è vedere come sono ridotte le azalee che normalmente sono tanto belle. 

incendio a cima marana
incendio a cima marana
incendio a cima marana
cima marana dopo l'incendio
cima marana dopo l'incendio
cima marana dopo l'incendio
cima marana dopo l'incendio
cima marana dopo l'incendio
cima marana dopo l'incendio
cima marana dopo l'incendio
i poveri corgnoi dopo l'incendio
i poveri "corgnoi" dopo l'incendio

La natura per fortuna è forte e si sta già riprendendo.

L’erba spunta tra le ceneri, i fiori che al momento dell’incendio non erano sbucati sono sbocciati, le piante sopravvissute stanno fiorendo.

cima marana dopo l'incendio
cima marana dopo l'incendio
cima marana dopo l'incendio
cima marana dopo l'incendio
cima marana dopo l'incendio
cima marana dopo l'incendio
cima marana dopo l'incendio

In cima c’era un sacco di gente, il che mi ha sorpreso, considerato che era giovedì.

Cima Marana

cima marana
cima marana
cima marana
vista da cima marana
fiori marana

Fiori

Vi saluto con qualche fiore bellissimo non dalla cima, ma da Marana comunque. 

fiori marana
fiori marana
fiori marana
fiori marana
It’s Going to be Perfect!

vieni con me!

Camminata tra Marana e Montefalcone

Camminata tra Marana e Montefalcone

Camminata tra

Marana e Montefalcone

tra nuvole e natura

Piccola parentesi prima di passare all’argomento principale di questo articolo, i sentieri per Cima Marana dai Gebbani.

Visto che dal 4 maggio è possibile fare attività motoria anche fuori dal proprio comune, purché in regione, sono stata a Cima Marana. Ero curiosa di vedere com’è dopo l’incendio del 11 aprile scorso.

Una tristezza.

C’è un gran numero di piante completamente bruciate, ancor di più di bruciate per metà, c’è stata un’ecatombe di “corgnoi”. In alcuni tratti l’aria portava al naso un gran odore di bruciato.

Ma la natura si sta riprendendo, si vedono i primi fili d’erba crescere tra la cenere, i fiorellini che si sono salvati, le piante scampate che stanno fiorendo.

incendio cima marana
incendio cima marana
incendio cima marana
incendio cima marana

Per non mettere troppe foto qui ho creato un nuovo post, se vi interessa: Marana dopo l’incendio

Ci sono diversi sentieri per salire a Montefalcone e Cima Marana. C’è una strada sterrata percorribile anche in bici dalla Piatta, Campodalbero, un sentiero che a zig zag sale da Recoaro Mille, e due sentieri che partono da Marana a Crespadoro.

Questo a fianco è quello più semplice secondo me, il sentiero parte a destra della contrada Gebbani di Marana e si va a Cima Marana.

creste montefalcone

Un giorno ho portato mio fratello a camminare.

Volevamo salire a Cima Marana come facciamo più volte l’anno, ma anziché fare uno dei due sentieri più conosciuti, quelli che partono dalla Contrada Gebbani (o Castagna) e salgono direttamente il monte, abbiamo deciso di prendere il sentiero 203, che dai Gebbani va verso Malga le Casoline e poi si collega alla strada che dalla Piatta va verso Montefalcone.

Il sentiero 203

sentiero 203 crespadoro

Prendendo il sentiero che parte tra i Gebbani e i Castagna per salire diretto verso Cima Marana (quello che noi chiamiamo “del coston”), poche centinaia di metri dopo la partenza si trova un bivio che porta a sinistra verso la cima, a destra verso Malga Casoline, che è il sentiero 203.

bosco sentiero 203

Qui eravamo vicini alla Malga Casoline, a circa un’ora dalla partenza.

sentiero 203 marana montefalcone

Il 203 è più lungo e faticoso rispetto a quello che va a Marana dalla destra dei Gebbani, ma è quasi interamente all’ombra e attraversa un bosco bellissimo.

passo della porta montefalcone

Passo della Porta

Dopo circa due ore di cammino (considerate che non sono affatto allenata) siamo arrivati a Passo della Porta, sulla strada sterrata che collega Campodavanti a Montefalcone.

Anziché proseguire sulla strada per andare verso Montefalcone, siamo saliti sul crinale e abbiamo seguito il sentiero delle creste.

Solo che dall’altro lato della montagna c’era un gran nebbione e non si vedeva niente.

La vista da lassù è spettacolare.

Lo so perché ho fatto lo stesso sentiero un anno fa, in una bella giornata di sole.

E allora vi ripropongo le foto dell’anno scorso, per darvi un’idea.

Le creste un anno fa

carega da montefalcone
creste di montefalcone
il Carega visto da Montefalcone

Si vede Cima Carega con il Rifugio Fraccaroli da lassù, se non c’è la nebbia.

vista da montefalcone
fiori montefalcone

Verso Montefalcone

Ci sarà stata anche la nebbia, ma io ho trovato comunque delle cose meravigliose da fotografare.

natura montefalcone
nebbia a montefalcone
fiori montefalcone
azalee montefalcone

Finalmente il Rifugio Montefalcone Gingerino

Ci è voluta mezz’ora abbondante per arrivare al rifugio dal Passo della Porta, un po’ perché cominciavo ad essere stanca e le salitine mi spezzavano, un po’ perché impegnata a fare foto.

rifugio gingerino montefalcone
rifugio montefalcone gingerino

Pranzo al Rifugio Montefalcone con minestrone e strudel ai frutti di bosco 🙂

rifugio montefalcone gingerino
rifugio montefalcone gingerino

Verso Cima Marana

Dopo un breve riposino siamo ripartiti per Cima Marana. Sempre paesaggi e natura bellissimi, nonostante la nebbia. Che però si è diradata verso Cima Marana.

nebbia a montefalcone
passeggiata montefalcone cima marana
bosco tra montefalcone e cima marana
tra montefalcone e cima marana

ma queste radici?

passeggiata tra montefalcone e cima marana
cima marana

Cima Marana è una delle vette più meridionali delle Dolomiti, e una tra le più basse.

1554m slm e una vista spaziale sulle valli del Chiampo e dell’Agno, e un abbozzo di Lago di Garda e Laguna di Venezia nei giorni limpidi.

Peccato ci sia sempre qualche furbo che lascia rifiuti in montagna.

Ho raccolto 5 mozziconi di sigaretta, solo intorno alla croce di Cima Marana.

camminata monte marana

La discesa verso i Gebbani è stata un po’ impegnativa, la stanchezza si faceva sentire sempre più e anche il male alle ginocchia.

natura cima marana crespadoro

Salire a Cima Marana e Montefalcone dai Gebbani tramite il sentiero 203 è un po’ impegnativo, richiede 4-5 ore, dipende dall’allenamento.

Ma è molto molto bello!

E poi permette di fare un percorso circolare, si sale a Montefalcone da una parte e si scende dall’altra, per arrivare sempre ai Gebbani.

La prossima volta proverò a farlo al contrario.

Il sentiero 203 su strava

It’s Going to be Perfect!

vieni con me!

Cima Marana in Winter

Cima Marana in Winter

Hiking on

 mount Marana

in Winter

Yesterday, Boxing Day (Saint Stephen here in Italy), I went to Mount Marana (on the Little Dolomites) with my brother, following the usual path that starts at the right of Contrà Gebbani.

There were many more people that had our same idea; it was sunny and warm, even too warm for December.

I must say that it was harder than usual. 

Maybe because I was heavy with winter clothes and a backpack (usually in Summer I hike on shorts and a water bottle), or I was heavy with the Christmas lunch of the previous day; or simply I’m out of shape (I don’t do much activity anymore). 

But at the end it took us the same time as usual (about one hour and 15 minutes).
The path was quite clean and dry until what we call the quarry. From there it was muddy (the snow was melting), with a bit of snow and a short part icy and slippery.

But nothing a 42yo out of shape couldn’t do.

Of course, had there been more snow, I wouldn’t have gone, because I don’t have the tools nor the knowledge.

We didn’t stay too long on the peak, despite the sun it was a bit chilly.

Going back down we met a group of youngster that were going up to spend the night there.

Cima Marana is always a nice walk.

It’s Going to be Perfect!

vieni con me!

Cima Marana d’inverno

Cima Marana d’inverno

Camminata a

cima marana

in inverno

Ieri, il giorno di Santo Stefano, sono stata a Cima Marana con mio fratello, partendo dal solito sentiero a destra della contrà Gebbani.

C’era un sacco di gente che aveva avuto la nostra stessa idea, la giornata era limpida e calda, troppo calda per dicembre.

Devo dire che ho fatto più fatica del solito. 

Forse perché appesantita dai vestiti invernali e lo zaino (di solito d’estate salgo in pantaloncini e borraccia), o appesantita dal pranzo di Natale del giorno, o semplicemente fuori forma (ormai non faccio più un cavolo di attività fisica). 

Però dai, alla fine abbiamo impiegato il solito tempo (1 ora e 15 minuti circa).

Il sentiero era abbastanza pulito fino alla cava, dopodiché c’era un po’ di neve, molto fango (la neve si stava sciogliendo), un pezzettino un po’ scivoloso, ma niente che non potesse affrontare una 42enne fuori forma.

Certo se ci fosse stata più neve non sarei andata perché non sono né attrezzata né “addestrata”.

Non siamo rimasti molto in cima perché nonostante il sole era fresco lassù, e c’era una arietta che mi ha fatto venire la tosse.

Al ritorno abbiamo incontrato un gruppo di ragazzi che saliva per passare la notte.

Sempre una bella passeggiata Cima Marana.

It’s Going to be Perfect!

vieni con me!