Get a site

Dondolandomi su una meravigliosa amaca. Adoro le amache. Ne ho una a casa, che mi hanno regalato le mie amiche di Bologna per la mia laurea. Uno dei regali più azzeccati. Comincia a fare buio e le zanzare sono in piena attività. Domattina si parte alle 6 per … Tansen? Boh, un posto. Ho deciso di tornare verso Est, per entrare in India via Darjeeling.
Oggi è stata una giornata un po’ storta. Sarà che non c’avevo niente da fare. O più probabilmente perché ho passato due ore a lavarmi delle cose a mano. E io odio fare il bucato. Penso che la lavatrice sia stata l’invenzione del secolo. Non mi serve la lavastoviglie, mi piace lavare i piatti, ma senza lavatrice non potrei stare. Ho deciso che è l’ultima volta che mi lavo i pantaloni a mano. E pure le magliette bianche. Cattiva idea quella di portarmi magliette bianche. Quelle colorate se anche non son lavate benissimo non si vede. Beh, non ne ho più di bianche ormai. Son sul giallo-marroncino.
Anyway. Oggi per la prima volta insomma mi è venuta voglia di casa. Di avere una lavatrice penso. E un muro giallo su cui appendere le mie foto. E potermi fare un tè quando ne ho voglia e avere cioccolata a volontà.
Ma poi mi son messa a leggere la Lonely Planet e l’idea dei posti che vedrò nei prossimi giorni mi elettrizza. Quindi di nuovo sto pensando a cosa fare per poter viaggiare più a lungo. Non che mi stiano per finire i soldi, ma vorrei poter guadagnare qualcosa mentre sono in giro. Magari mi trovo un lavoro in India. Oppure torno in Nepal, dove in 20 giorni mi hanno offerto due lavori. E chiederò ai miei di venire a trovarmi a Varanasi se mi vogliono vedere a Natale.
Oggi pomeriggio sono stata a fare una passeggiata per il villaggio. La cosa più interessante è stato vedere delle ragazze che pescavano nel fiume. “NEL” proprio, nel senso che erano dentro l’acqua. Vestite. Con delle reti. E ogni pesciolino minuscolo che beccavano lo mettevano in un vaso che avevano in testa. Forte!
La scorsa notte mi son svegliata che mi pioveva in faccia. C’era un bel temporale, che normalmente adoro ascoltare dalla mia camera. Non so se l’acqua entrasse dalla finestra senza vetri o dal tetto di paglia?
Ok, corro ai ripari. Ste zanzare c’hanno più fame di me!

01 02 03 04 05 06 07 08